Il-Trafiletto

27/03/17

Spezzatino d'agnello con salsa d'uovo ⧫ Ricette Pasquali

Spezzatino d'agnello con salsa d'uovo ⧫ Ricette Pasquali


La prova di una fedeltà al gusto antico è fornita dalla salsa d'uovo nelle fricassee. Il dibattito sulla sua convenienza quando la carne è ormai tenera e bruna, era già aperto, in Francia, nella seconda metà del '700. La cucina ebraica la ripropone per la Pasqua, emulsionata a freddo, intiepidita e riunita nei sughi di cottura.

 Ingredienti
1 chilo di spezzatino d'agnello
4 tuorli d'uovo
1 limone
2 spicchi d'aglio
pepe
olio d'oliva

Valori nutrizionali
Protidi 220
Glucidi 7
Lipidi 92
Kcal 1736

Nel fondo d'olio di una padella, far rosolare l'aglio e i pezzi d'agnello salati e impepati, mantenendo la fiamma vivace. Quando sono dorati, abbassare il fuoco e versare un poco d'acqua (per abitudine si ricorre spesso al vino bianco) che evita la combustione e ammorbidisce la carne. Prima di spegnere, preparate a parte la salsina battendo i rossi d'uovo, con il succo del limone, con un pizzico di pepe e sale, e scaldatela appena. Va versata sui pezzi d'agnello caldi e servita subito.

26/03/17

Calo visivo stando al chiuso: consigli e precauzioni

Calo visivo in aumento stando al chiuso e conducendo una vita sedetaria oltre il dovuto, meglio stare all'aria aperta sin da bambini. 


Sembrerebbe che coloro che conducono prevalentemente una vita sedetaria, chiusi in casa, siano soggetti ad un calo della vista importnante, quindi sarebbe consigliato uscire il più possibile e stare alla luce del sole all'aria aperta:

Lo sostiene uno studio della Northwestern University di Chicago, pubblicato su Current Biology. Concludendo che la cura contro questo rischio è la più semplice (ma anche difficile) che si possa immaginare: passare più tempo all’aperto.
I ricercatori americani, analizzando le cavie da laboratorio, sono stati in grado di individuare una cellula retinica (chiamata OND, ON Delayed) che provoca un ingrossamento dell’occhio nei bambini in risposta al tipo di luce che riceve:
in particolare sarebbe la luce artificiale, con il suo spettro in cui è importante il contrasto verde-rosso, a stimolare questa cellula, ordinando all’occhio di crescere per adattarsi all’ambiente.
Questa, per la prima volta dimostrato scientificamente, sarebbe la causa del disturbo della miopia, che è sempre più diffuso in tutto il mondo:
le stime dicono che nel 2000 i miopi erano 1,5 miliardi in tutto il mondo (163 milioni colpiti da forma acuta di miopia) e che nel 2050 il numero salirà a 4,8 miliardi, quasi metà della popolazione globale prevista per quell’anno.
Di questi, 938 milioni saranno affetti da miopia acuta.

Leggi articolo originale

Agnello al cartoccio ⧫ Ricette Pasquali

Agnello al cartoccio ⧫ Ricette Pasquali


I lampascioni pugliesi vengono oggi venduti sui mercati delle città del nord: assomigliano allo scalogno e sono cipollacce da cottura che, opportunamente raddolcite dopo un lungo bagno in acqua corrente, si abbinano perfettamente all'agnello. Il cartoccio mantiene la fragranza della carne e rallenta l'evaporazione dei suoi succhi.

 Ingredienti
8 costate di castrato
16 olive verdi
16 lampascioni
olio d'oliva
pepe

Valori nutrizionali
Protidi 335
Glucidi lO
Lipidi 399
Kca1 4971


Disporre su quattro ampi fogli di alluminio le costate a coppie, con quattro olive e quattro lampascioni; salare, pepare e bagnare con un filo d'olio. Richiudere i cartocci e, deposti sulla placca, introdurli nel forno a 180°. La cottura durerà una mezz'ora e ad ogni commensale verrà servito un cartoccio sul proprio piatto.

25/03/17

Cochifrito ⧫ Ricette Pasquali

Cochifrito ⧫ Ricette Pasquali


Nella Navarra spagnola, il cochifrito denomina una duplice operazione durante la quale l'agnelIo rosola, frigge e quindi viene stufato.

Ingredienti
1/2 agnello da latte tagliato a pezzi
200 gr. di strutto
1 cipolIa
2 spicchi d'aglio
2 cucchiai di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di paprika dolce
1 limone spremuto
aceto e pepe nero macinato

Valori nutrizionali
Protidi 501
Glucidi 9
Lipidi 250
Kcal 4290

I pezzi d'agnello devono rosolare nello strutto bollente (o nell' olio d'oliva) fino a dorare. S'aggiungono quindi la cipolla e l'aglio tritati, rimestando in continuazione e aggiustando il sapore con la paprika e il pepe. Bagnare con due mestoli d'acqua calda e lasciar asciugare. Quando la carne sfrigola di nuovo, versare il succo di limone, un cucchiaino d'aceto e il prezzemolo tritato. Coprire lasciando cuocere a fuoco basso per un quarto d'ora.

Virologa italiana racconta la sua vita da ricercatrice: 'Io, trafficante di virus'

La virologa italiana Ilaria Capua, nel libro 'Io,trafficante di virus', racconta la sua vita di ricercatrice che l'ha portata anche ada vere spiacevoli vicende giudiziarie. 


Ilaria Capua in questo libro dal titolo 'Io,trafficante di virus', racconta le sue vicissitudini con la giustizia che lphanno vista protagonista amara di una vicenda di traffico di virus e vaccini:

Virologa italiana racconta la sua vita da ricercatrice: 'Io, trafficante di virus'
Virologa italiana racconta la sua vita da ricercatrice: 'Io, trafficante di virus'
Prosciolta, la ricercatrice italiana ha scelto di raccontare la sua storia nel libro "Io, trafficante di virus. Una storia di scienza e di amara giustizia", scritto con il giornalista Daniele Mont D'Arpizio (Rizzoli, 240 pagine, 18,50 euro, ebook 9,99 euro).
"Racconto quanto sia difficile fare ricerca in Italia e nella prima parte del libro descrivo una vera e propria corsa a ostacoli", ha detto all'ANSA la ricercatrice, che in questi giorni è in Italia per presentare il suo libro e oggi è protagonista di un incontro a Libri Come, la festa dei libri e della lettura in corso a Roma.

Ilaria Capua virologa e ricercatrice
Ilaria Capua virologa e ricercatrice italiana
"Mi sono impegnata in tutti i modi per fare qualcosa di straordinario qui in Italia, anche con il mio passaggio in Parlamento cercato di fare il possibile per aiutare la scienza, e poi sono stata travolta da un evento giudiziario che assolutamente non mi aspettavo.

Leggi articolo originale

24/03/17

Richiesta mutui cresce mese di febbraio 2017

Richiesta mutui in notevole crescita quella che si è registrata durante il mese di febbraio 2017 di circa 7,3% comprese le richieste di ristrutturazioni delle abitazioni. 


Tornano a salire gli importi richiesti dai mutuatari e quelli erogati loro dalle banche. E' quanto emerge dall'Osservatorio congiunto Facile.it - Mutui.it relativo ai mutui italiani nel periodo febbraio 2016 - febbraio 2017.

Nello scorso mese la richiesta media di mutui in Italia, si legge nell'analisi condotta su un campione di oltre 13.000 pratiche, e' stata pari a 134.900 euro, vale a dire il 7,35% in piu' rispetto ai valori registrati dodici mesi prima.
L'incremento, pero', sembra in qualche modo aver rallentato col passare del tempo visto che se si ferma l'analisi ai sei mesi l'aumento e' pari al 5,34% e, nei tre mesi scorsi, al 4,21%.

All'aumento degli importi richiesti corrisponde anche quello nelle somme erogate dalle banche, anche se in questo senso la crescita e' inferiore e, di conseguenza, si crea un certo scollamento fra quanto gli aspiranti mutuatari vorrebbero ricevere e quanto effettivamente ottengono;
a febbraio 2017 l'erogato medio e' stato pari a 121.039 euro, equivalente al 6,22% in piu' rispetto ad un anno fa. 
Considerando ancora una volta i valori in ottica semestrale e trimestrale vediamo come, nei sei mesi, la crescita ci sia effettivamente stata, sia pure in maniera piu' contenuta (+1,85%), mentre nell'ultimo trimestre le banche sembrano aver scelto una linea di maggior cautela e gli importi erogati si siano ridotti, da dicembre 2016, del 2,13%.

Leggi articolo originale

Anho assado com arroz ⧫ Ricette Pasquali

Anho assado com arroz ⧫ Ricette Pasquali


Fra Douro e Minho, nella regione che produce Porto e vinho verde e cono,sce l'arte di cuocer la lampreda, questa e la preparazione dell'agnello di Pasqua (e del capretto), per una tavola di otto-dieci persone. Nelle case di campagna, l'ovino viene cotto intiero nel forno da pane. Il riso è l'accornpagnamento usuale dei tagli di carne, del pollame e della selvaggina.

Ingredienti
1 agnello
300 gr. di lardo
1 cipolla
4 spicchi di aglio
2 bicchieri di vìnho verde (scuro)
1 cucchiaiata di strutto
1 cucchiaio di paprikadolce
1 cucchiaio da caffé di peperoncino
3 cucchiaiate di sale grosso
prezzemolo

Valori nutrizionali
Protidi 1001
Glucidi 21
Lipidi 419
Kcal 7859

Per il riso
1 chilo di riso
3 etti di prosciutto crudo con grasso
2 etti di chorizo (o di salsiccia napoletana)
2 cipolle
2 cucchiai di strutto
le interiora dell'agnello
prezzemolo
zafferano
alloro

Valori nutrizionali
Protidi 248
Glucidi 915
Lipidi 159
Kcal 6083

L'agnello
Alla vigilia, lavata e ripulita l'intera carcassa se ne traggono le interiora. Si prepara quindi un miscuglio di spicchi d'aglio pestati, cipolla e prezzemolo triti, aceto, sale grosso, paprika dolce e peperoncino con cui si sfrega l'agnello, lasciandolo riposare sino al giorno seguente. Prima di porlo sulle braci, si stecca la pelle con il lardo e, legati assieme gli arti posteriori e anteriori, li si spalmano di strutto. L'agnello va quindi adagiato sulla griglia e introdotto (se possibile) nella bocca del forno a legna. Occorre prevedere un'ora di cottura per parte.

Il riso
Far soffriggere la cipolla nello strutto, aggiungendo il prosciutto (a dadi), il salame (a fette) e le frattaglie. Bagnare con acqua abbondante, e lasciar cuocere. Quando frattaglie, prosciutto e salame sono a punto, vanno tolti dal brodo che riceverà il riso (nella proporzione di due volumi d'acqua per uno di riso): nel brodo di cottura s'aggiungono fette di cipolla; prezzemolo, una foglia d'alloro e lo zafferano. Disponendo del citato forno, la cottura in un recipiente di terracotta, avviene contemporaneamente a quella dell' agnello. Il servizio s'avvale di piatti da portata in terracotta, l'uno con il riso circondato dalle fette di salame e dalle frattaglie, l'altro con l'agnello arrosto.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.